29 giugno 2016

Uni.Rimini Newsletter n. 2 / 2016


Promuovere la massima attenzione di scuole e famiglie sui temi del benessere, dell’attività motoria e dell’alimentazione; e combattere stili di vita scorretti attraverso una campagna educativa sul territorio. Con questi obiettivi il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita del Campus di Rimini dell’Università di Bologna, il Comune di Rimini, Uni.Rimini S.p.A. e l’Ufficio Scolastico VII Ambito Territoriale di Forlì-Cesena e Rimini, in collaborazione con l’AUSL di Rimini, il CONI di Rimini e Associazione Sostenitori Cardiologia Ospedaliera Riminese, hanno promosso la terza edizione del progetto "Scuola, Salute e Benessere", che dopo sei mesi di intensa attività si è chiuso lo scorso 4 maggio 2016 con la grande Festa dello Sport presso il Garden Sporting Center di Rimini. Una giornata di gioco, sport e divertimento all'aria aperta a cui hanno partecipato tutti i ragazzi coinvolti nel progetto.


Nell'anno accademico 2016-2017 compirà cinque anni la Laurea Magistrale in Tourism Economics and Management: un corso di laurea interamente in inglese che, negli anni, ha saputo attrarre studenti da tutto il mondo, conferendo a questo specifico corso un valore internazionale. Ce lo presenta il prof. Lorenzo Zirulia che dal 2015-2016 ne è il coordinatore.


Si è svolto lo scorso 12 maggio 2016 "Lavoro in Corso", l'evento di orientamento al lavoro organizzato dal Campus di Rimini dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e da Uni.Rimini S.p.a.: un momento di incontro tra studenti laureandi e laureati ed il mondo del lavoro, rappresentato da 45 tra aziende, associazioni di categoria ed enti, ormai divenuto un evento molto atteso. La giornata è stata partecipata da oltre 450 fra studenti e laureati della sede di Rimini e di tutto l’Ateneo di Bologna, che hanno incontrato le aziende e le associazioni di categoria per confrontarsi con i loro referenti ed approfondire i profili maggiormente ricercati, le opportunità di carriera e le modalità di selezione del personale, grazie a colloqui conoscitivi in lingua italiana ed inglese.



Ha trasmesso un messaggio importante il convegno "Sport e stili di vita per le giovani generazioni" tenuto il 3 giugno scorso all'interno di RiminiWellnessl’attività sportiva è importante per la salute, ma lo è ancor di più assumere un corretto stile di vita che coinvolga la persona nel suo complesso, fin da piccoli. Attività motoria, giusta alimentazione e corretto stile di vita sono componenti fondamentali nella crescita dei ragazzi e costituiscono la base per una buona qualità di vita nell'età adulta e durante l'invecchiamento. L'evento ha visto l'ampia partecipazione  giovani, studenti, atleti, dirigenti e personalità del mondo sportivo locale. 


Dopo aver preso il via nel novembre 2015, si è concluso lo scorso maggio, con la consegna dei diplomi di partecipazione, l'edizione 2015-2016 del Corso di Preparazione all'Esame di Stato per l'esercizio della professione di Dottore Commercialista, organizzato dalla Fondazione Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini in partnership con la Scuola di Economia, Management e Statistica del Campus di Rimini e con Uni.Rimini S.p.a.: una collaborazione nata nel 2005 attraverso una convenzione con l’allora Facoltà di Economia, che quest'anno ha tagliato il traguardo dei 10 anni per un totale di 200 partecipanti.


Termina mercoledì 27 luglio 2016 il tempo utile per la presentazione della domanda per concorrere all’ottenimento della Borsa di Studio intitolata alla memoria di Luciano Chicchi.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.unirimini.it oppure contattando la Segreteria di UniRimini (Valentina Mazzucchelli Tel.0541-21847; segreteria@unirimini.it).

Sport e stili di vita per le giovani generazioni: a Rimini Wellness il Convegno promosso da Uni.Rimini S.p.A.

Ha trasmesso un messaggio importante il convegno tenuto il 3 giugno scorso all’interno di RiminiWellness, la prima fiera italiana dedicata al wellness: l’attività sportiva è molto importante per la salute, ma lo è ancor di più assumere un corretto stile di vita che coinvolga la persona nel suo complesso, fin da piccoli. Attività motoria, giusta alimentazione e corretto stile di vita sono componenti fondamentali nella crescita dei ragazzi e costituiscono la base per una buona qualità di vita nell'età adulta e durante l'invecchiamento. L'evento ha visto l'ampia partecipazione  giovani, studenti, atleti, dirigenti e personalità del mondo sportivo locale.

Il convegno "Sport e stili di vita per le giovani generazioni", promosso dal Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Campus di Rimini - Università di Bologna e da Uni.Rimini S.p.A. in collaborazione con Rimini Fiera, ha visto sul palco dei relatori Antonello Lorenzini, Docente Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie Università di Bologna, esperto di alimentazione; Daniela Casalboni, Direttore U.O. Dipendenze Patologiche dell'AUSL Romagna sede di Rimini; Francesca Vitali, Università di Verona, Past President Associazione Italiana Psicologia dello Sport; Stefano Carlini, Docente Università degli Studi di Urbino, Presidente Accademia Italiana Wellness; Francesca Casalboni, Campionessa Mondiale in carica Cadetti B Karate e neo-vincitrice a Timisoara del titolo Europeo IKU (International Karate Union) juniores (-60 kg) nella specialità del kumite (combattimento).

"L’obiettivo di questo convegno è stato quello di analizzare i diversi ambiti che caratterizzano il mondo dello sport nella fase della formazione psico-fisica dei giovani  – ha spiegato Pasqualino Maietta Latessa, Docente Dipartimento QuVi - UniBo, presentando il convegno – integrando anche il mondo del fitness, per comprendere, fra le altre cose, se la 'palestra' è un ambiente pronto per ricevere quegli adolescenti che si orientano verso un modello sportivo meno competitivo ma con obiettivi che a volte vanno al di là del semplice benessere fisico. Il personale che lavora all'interno è preparato? Conosce i processi fisiologici ed educativi di un giovane? Questo e non solo, è uno dei tanti argomenti  in fase di discussione  a livello Regionale, al fine di garantire alla popolazione un ambiente sicuro ed etico.  Ovviamente, a tutela di tutto questo, il laureato in Scienze motorie è la figura di riferimento fondamentale".

Durante il convegno il Prof. Antonello Lorenzini ha affrontato il tema dell'effetto del peso corporeo e dell'attività fisica sull'esperienza di vita e come un buon stile di vita influisca positivamente sulla longevità. La Dott.ssa Daniela Casalboni, invece, si è focalizzata sul tema dei fattori di rischio di malattia e morte in Europa, e in quello dell'influenza negativa di fumo e assunzione di alcol sull'aspettativa di vita e, nello specifico, sull'attività sportiva. La Dott.ssa Francesca Vitali ha infine messo in luce dli affetti psicologici positivi dello sport nei bambini e negli adolescenti. Una buona attività motoria correla con la capacità di memoria e sviluppo cognitivo nei giovani e migliora anche il rendimento scolastico.

Francesca Casalboni
“Ho iniziato a fare sport a cinque anni – ha raccontato la karateka Francesca Casalboni – e per me l’attività sportiva è diventata presto una componente fondamentale della giornata. Mi alleno tanto, ma mentre fatico ritrovo dentro di me un grande equilibrio. La palestra è la mia seconda casa, ci passo 8-10 ore la settimana e l’attività mi affascina perché hai la sensazione di fare un percorso, sia di miglioramento fisico che interiore”.

“L’attività sportiva sempre più deve essere pensata come strumento di benessere e di educazione per un corretto stile di vita” – sottolinea Lorenzo Succi, Direttore di Uni.Rimini S.p.A, che sostiene l’organizzazione del convegno – “e questo è vero ed importante specialmente per le giovani generazioni, che si affacciano al mondo dello sport. Intervenire insegnando buone prassi in età scolare è strategico e l'impegno del Campus di Rimini in questo ambito riteniamo sia importante, anche grazie ai diversi progetti che, ogni anno, vengono messi in campo”.

“Anche quest'anno in occasione di questo convegno – spiega Leonardo Cagnoli, Presidente di Uni.Rimini – c'è stata una grande affluenza di studenti, a testimonianza dell'interesse dei giovani per gli argomenti trattati. Gli interventi dei relatori sono stati di altissimo profilo e il contributo del Campus di Rimini alla sua realizzazione è stato importantissimo. Questo evento è un’ulteriore testimonianza di come sia possibile e virtuoso collegare l’Università al territorio e in particolare al mondo dei giovani. L’appuntamento a RiminiWellness è quindi naturale e doveroso, in piena sintonia col progetto. Ci tengo anche a sottolineare e ringraziare la sensibilità e il sostegno sempre manifestati da Rimini Fiera, che è anche un importante socio di Uni.Rimini S.p.A.”.  




Laurea Magistrale in Tourism Economics and Management,100 laureati e non solo: un patrimonio internazionale per il territorio di Rimini

Nell'anno accademico 2016-2017 compirà cinque anni la Laurea Magistrale in Tourism Economics and Management: un corso di laurea interamente in inglese che, negli anni, ha saputo attrarre studenti da tutto il mondo, conferendo a questo specifico corso un valore internazionale. Ce lo presenta il prof. Lorenzo Zirulia che dal 2015-2016 ne è il coordinatore.

Prof. Lorenzo Zirulia
Prof. Zirulia, quanti studenti si iscrivono al corso?
Ogni anno accettiamo circa cinquanta studenti che vengono, per la metà dal nostro Paese, e per l'altra metà da altri Paesi del mondo: per esempio dalla Cina, dal Vietnam, dal Pakistan, dall'Indonesia, dal Giappone, ma anche Africani, Sudamericani e Europei. Il gruppo più cospicuo viene dall'est Europa.

Qualche dato statistico in più?
Nel 2015-2016 i nuovi iscritti per il 14% provenivano dalla provincia di Rimini, mentre in Emilia-Romagna raggiungevano il 22%. Gli studenti di cittadinanza straniera iscritti al primo anno nella passata annata accademica ammontavano al 54%. E sono prevalentemente donne: il 66% sono studentesse, un dato che abbiamo registrato anche negli altri anni di vita di questa laurea magistrale.

Qual è il background di questi studenti?
Molto vario. Arrivano non solo dopo aver frequentato corsi di economia e management, ma anche avendo fatto studi afferenti a discipline umanistiche, lingue, sociologia o mediazione culturale.

Come valuta questa particolarità?
Lo ritengo un valore aggiunto per il Corso ma soprattutto per gli studenti stessi che si trovano a frequentare l'Università di Bologna presso il Campus di Rimini, in un contesto veramente internazionale. Contribuiscono ad arricchire ulteriormente questa multiculturalità, affiancandosi oltre ai ventuno docenti, anche professionisti e visiting professor da tutto il mondo.

Qual è il punto di forza di questa laurea magistrale?
Il punto di forza è la didattica: in considerazione dei diversi background che li contraddistinguono abbiamo dovuto progettare una didattica adatta a tutti gli studenti, che hanno conoscenze e percorsi pregressi anche molto distanti tra di loro. I nostri sono studenti estremamente motivati: arrivano a Rimini perché scelgono con consapevolezza; sono in cerca di una carriera in ambito turistico e sanno che devono passare da qui.

A cosa punta questo corso?
Il corso vuole dare una formazione economico manageriale nel settore del turismo, inteso come un’ industria. Gli studenti escono da questi due anni con skills di area economico e manageriale, con un orizzonte internazionale.

Quali sono stati i risultati di questi primi quattro anni?
Per il momento abbiamo laureato poco meno di 100 studenti, ma la cosa davvero interessante è notare che molti di questi studenti decide di restare sul territorio di Rimini. E questo lo fanno anche gli stranieri: restano qui e lavorano nelle realtà più dinamiche e aperte del territorio. Altri riprendono un percorso internazionale o tornano nel proprio paese d'origine. Lo studente in uscita diventa poi esso stesso uno strumento per attirare persone che successivamente decideranno di restare a Rimini.

Come gestite il post laurea, rispetto all'ingresso nel mondo del lavoro?
Sono stati attivati diversi tirocini, anche con imprese del territorio. Riteniamo strategica infatti la relazione con il territorio e abbiamo feedback molto buoni sui nostri studenti che poi spesso hanno continuato a collaborare con le aziende.

Qualche esempio?
Per quanto riguarda la dimensione internazionale, una studentessa, uscita dal corso, ha svolto uno stage presso l'Organizzazione Mondiale del Turismo. Oltre ai tirocini, non mancano esperienze imprenditoriali: una nostra studentessa, dopo la laurea, ha iniziato un’attività di tour leader freelance in Puglia, lanciando anche sul mercato una guida di Vieste per bambini.



Lavoro in corso 2016: Focus sull'internazionalizzazione per 450 studenti e laureati

Si è svolto lo scorso 12 maggio 2016 "Lavoro in Corso", l'evento di orientamento al lavoro organizzato dal Campus di Rimini dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e da Uni.Rimini S.p.a.: un momento di incontro tra studenti laureandi e laureati ed il mondo del lavoro, rappresentato da 45 tra aziende, associazioni di categoria ed enti, ormai divenuto un evento molto atteso.

La giornata è stata partecipata da oltre 450 fra studenti e laureati della sede di Rimini e di tutto l’Ateneo di Bologna, che hanno incontrato le aziende e le associazioni di categoria per confrontarsi con i loro referenti ed approfondire i profili maggiormente ricercati, le opportunità di carriera e le modalità di selezione del personale, grazie a colloqui conoscitivi in lingua italiana ed inglese. L’edizione 2016 è stata infatti caratterizzata da una maggiore connotazione internazionale ed è stato affrontato il tema della ricerca del lavoro all’estero con il seminario “Lavorare in Europa”, a cura del dott. J.C.Pirini, Consulente Eures - European Employment Services.

L’iniziativa si riconferma come momento di incontro e possibile avvio di rapporti di collaborazione/tirocini tra aziende e studenti: infatti i dati dell’edizione 2015 evidenziano che sono stati attivati un buon numero di tirocini, contratti a progetto, contratti a tempo determinato e contratti a tempo indeterminato.

All'inaugurazione dell'evento sono intervenuti, fra gli altri: il Prof. Sergio Brasini, Coordinatore del Campus di Rimini, la Prof.ssa Eugenia Rossi di Schio, in rappresentanza dell’Università di Bologna, la Dott.ssa Gloria Lisi, Vice Sindaco di Rimini, il Dott. Leonardo Cagnoli, Presidente dell’ente di sostegno Uni.Rimini, il Prof. Giovanni Matteucci, Direttore del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, e Angelica Benvenuti, Rappresentante degli studenti nel Consiglio del Campus di Rimini.

Hanno preso parte all’edizione 2016 le seguenti Aziende e Associazioni di Categoria: Associazione Italiana degli Albergatori della Riviera di Rimini, Alleanza Assicurazioni, A.N.G.E.L.O., Apple, Arcangea, Area 38 Web Agency, Atlantis Medical, Banca CARIM – Cassa di Risparmio di Rimini SpA, BCC Gradara, Blutec, CNA Rimini, Confartigianato della Provincia di Rimini, Rimini Fiera SpA, Cooperativa sociale “Il Cerchio” Soc. Coop., Deloitte, Diapason Società Cooperativa Sociale, Easy Market Spa – Travel Solutions, Associazione Sportiva e Culturale “ESPLORA”, Sportello EURES (European Employment Services) e Centro per l’Impiego della Provincia di Rimini, Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM), FOM INDUSTRIE – FOM GROUP, Garagnani Ricerche Cosmetiche, Garden Sporting Center, Green Idea Technologies, Gruppo Maggioli, Gruppo SGR, TOD’S SpA, IKEA Italia Retail S.r.l., Interfashion SpA, KPMG SpA, L.A.V., MCA Events, MEC3 – OPTIMA SRL, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) - Sogesid s.p.a., Moretti Moda, Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini, Petroltecnica SpA, SCM Group SpA, Technogym SpA, Teddy Group, Unindustria Rimini, Valpharma International SpA, Vici & C SpA.

Si è concluso il IX Corso di preparazione all’esame di Stato per Dottori Commercialisti

Dopo aver preso il via nel novembre 2015, si è concluso lo scorso maggio, con la consegna dei diplomi di partecipazione, l'edizione 2015-2016 del Corso di Preparazione all'Esame di Stato per l'esercizio della professione di Dottore Commercialista, organizzato dalla Fondazione Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini in partnership con la Scuola di Economia, Management e Statistica del Campus di Rimini e con Uni.Rimini S.p.a.: una collaborazione nata nel 2005 attraverso una convenzione con l’allora Facoltà di Economia, che quest'anno ha tagliato il traguardo dei 10 anni per un totale di 200 partecipanti. Attualmente la Scuola di Economia, Management e Statistica dell'Università di Bologna, sede di Rimini, ha concesso il patrocinio al corso organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini, confermando così una partnership sempre più importante.

Gli iscritti a questa edizione sono stati 30: le lezioni si sono tenute da novembre 2015 a maggio 2016 per 166 ore complessive in aula, 41 incontri tra cui un convegno e tre seminari dedicati al tema del bilancio. Le lezioni sono state tenute da professionisti iscritti all'albo e da docenti universitari.

“Il corso – sottolinea Bruno Piccioni, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini – ha una impostazione e una programmazione che ha come obiettivo quello di facilitare il superamento dell’Esame di Stato e consentire un pronto accesso alla professione. Come abbiamo constatato negli anni passati il corso è eminentemente incentrato sulla pratica professionale con lezioni svolte da dottori commercialisti e da professori universitari del Campus di Rimini. Ritengo che il corso sia utile per i partecipanti anche se poi faranno scelte diverse dalla professione e andranno ad esempio ad inserirsi in aziende o banche”.

In seguito al Decreto legislativo 139 del 2015 che è andato a modificare il Codice Civile proprio in tema di bilancio, introducendo novità rilevanti, quest'anno abbiamo deciso – spiega il professor Gianfranco Capodaglio, responsabile scientifico del corso – di sostituire alcune lezioni del corso di preparazione all'esame di Stato con tre seminari specifici dedicati a questa riforma. I diversi relatori hanno approfondito il tema, suscitando molto interesse nei partecipanti”.

“Questo Corso è per noi un fiore all'occhiello – dice Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. – non solo perché garantisce, a chi ha scelto di sostenere l'esame di Stato per accedere alla professione, un'ottima preparazione, grazie a docenti e professionisti di grande valore, ma anche perché rappresenta un'ideale modello di collaborazione tra mondo dell'Università e mondo del lavoro, attraverso un percorso formativo di grande qualità capace di mettere a sistema il know how del Campus di Rimini e dell'Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini, a tutto beneficio di chi si appresta ad esercitare la professione e quindi del tessuto imprenditoriale del nostro territorio”.  

Scuola, salute e benessere: una Festa dello Sport per chiudere la terza edizione

Promuovere la massima attenzione di scuole e famiglie sui temi del benessere, dell’attività motoria e dell’alimentazione; e combattere stili di vita scorretti attraverso una campagna educativa sul territorio. Con questi obiettivi il Dipartimento in Scienze per la Qualità della Vita - Campus di Rimini dell’Università di Bologna, il Comune di Rimini, Uni.Rimini S.p.A. e l’Ufficio Scolastico VII Ambito Territoriale di Forlì-Cesena e Rimini in collaborazione con l’AUSL di Rimini, il CONI di Rimini e Associazione Sostenitori Cardiologia Ospedaliera Riminese hanno promosso la terza edizione del progetto Scuola, Salute e Benessere, che dopo sei mesi di intensa attività si è chiuso lo scorso 4 maggio 2016 con la grande Festa dello Sport presso il Garden Sporting Center di Rimini. Una giornata di gioco, sport e divertimento all'aria aperta a cui hanno partecipato tutti i ragazzi coinvolti nel progetto.

Ben 20 classi (degli Istituti Comprensivi Centro Storico, Marvelli, Alighieri, Miramare, e della Scuola Secondaria di primo grado Bertola) hanno condiviso il progetto, con la partecipazione di oltre 450 ragazzi. Ciascuna classe è stata coinvolta in un percorso di tre incontri: il primo per affrontare il tema della corretta nutrizione; il secondo mirato all'attività motoria e sportiva come momento di piacere-divertimento; il terzo, in collaborazione con il CONI e alcune Federazioni Sportive riminesi, per conoscere tutte le opportunità di 'movimento' presenti sul territorio. Gli interventi a livello delle scuole sono stati effettuati da due ricercatori dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, il Dr. Marco Malaguti e il Prof. Andrea Ceciliani.

Il progetto ha coinvolto anche gli insegnanti delle Scuole attraverso incontri con l’Ausl della Romagna sede di Rimini, perché potessero anch'essi trasmettere ai loro studenti le nozioni essenziali di nutrizione e sensibilizzarli a seguire stili di vita salutari. Quest’anno, inoltre, il progetto ha riguardato anche i genitori dei ragazzi attraverso la realizzazione di seminari promossi dall’Ausl Romagna sede di Rimini e dall'Associazione Sostenitori Cardiologia Ospedaliera Riminese, nella convinzione che la cultura di una corretta alimentazione e di uno stile di vita salutare si impara da bambini seguendo l’esempio della famiglia.

Il progetto ha ricalcato le linee operative del 2015 – raccontano i Proff. Ceciliani e Malaguti – ma quest'anno, in aggiunta, abbiamo proposto una misurazione relativa all'auto percezione della propria forma fisica, confrontando poi i dati ottenuti con la misurazione effettiva della forma fisica attraverso il test di Cooper (12 minuti di corsa). Tale esperienza è stata proposta per verificare se e quanto la percezione del proprio stato di forma sia vicina allo stato di forma fisica reale. I dati sono al momento in via di analisi attraverso la compilazione di una tesi di laurea magistrale. L'IC di Miramare sta inoltre collaborando per la realizzazione di una ricerca che prenderà avvio nell'anno scolastico 2016-17. Tale studio, teso ad incrementare le opportunità di esercizio fisico nell'ambito scolastico, misurerà gli effetti benefici che l'attività fisica reiterata per almeno tre-quattro volte la settimana, può apportare al livello di salute dei giovani.”

“Come medico – spiega Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. - conosco bene l'importanza di un corretto stile di vita nei suoi riflessi sulla qualità della vita da adulti e da anziani e quanto sia decisivo che le sane abitudini si possano prendere da giovani. Questo progetto meritorio non solo promuove 'salute e benessere' fra i ragazzi delle medie, ma è un segno di quanto possa incidere in maniera positiva, nelle scelte del nostro quotidiano, il lavoro che il Campus di Rimini dell'Università di Bologna è in grado di fare per il nostro territorio”.

“Intervenire con un progetto di educazione nutrizionale e motoria a livello delle scuole medie inferiori è strategico - sottolinea Lorenzo Succi, Direttore Uni.Rimini S.p.A. - proprio per il fatto che in questa fascia di età i ragazzi possono sviluppare una maggior consapevolezza in campo alimentare e si definiscono le scelte rispetto alla pratica sportiva”.

Il progetto è molto positivo – commenta Rodolfo Zavatta, delegato CONI di Rimini – e negli anni è cresciuto molto, lo dicono gli stessi numeri. In occasione della Festa dello Sport abbiamo infatti gestito ben 450 ragazzi: una bella sfida! Ogni anno poi riusciamo a coinvolgere diverse Federazioni, per avvicinare i ragazzi a molte discipline e pratiche sportive: confidiamo che per il 2017 possano essercene ancora di nuove”.

Borsa di Studio 'Luciano Chicchi': il 27 luglio 2016 scade il nuovo bando

Luciano Chicchi
Termina mercoledì 27 luglio 2016 il tempo utile per la presentazione della domanda per concorrere all’ottenimento della Borsa di Studio intitolata alla memoria di Luciano Chicchi.

Uni.Rimini S.p.A. ha infatti emesso il bando scaricabile per la terza edizione del premio di studio, con l'obiettivo di premiare uno studente delle scuole superiori della Provincia di Rimini che sia particolarmente meritevole e in procinto di iscriversi ai Corsi di Studio triennali o quinquennali a ciclo unico istituiti presso il Campus di Rimini dell'Università di Bologna.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.unirimini.it oppure contattando la Segreteria di UniRimini (Valentina Mazzucchelli Tel.0541-21847; segreteria@unirimini.it).

Anche per l'anno accademico 2016-2017 il premio di laurea ammonterà a 3mila Euro annui, al lordo delle ritenute di legge, per la parziale copertura degli oneri di iscrizione, frequenza e acquisto libri e manuali di studio, per l'intero triennio di studio, previo rispetto dei criteri previsti dal bando.

Borsa di Studio 'Luciano Chicchi': il 27 luglio 2016 scade il nuovo bando

Luciano Chicchi
Termina il prossimo 27 luglio 2016 il tempo utile per la presentazione della domanda per ottenere la Borsa di Studio intitolata alla memoria di Luciano Chicchi. Uni.Rimini S.p.A. ha infatti bandito da tempo la terza edizione del premio di studio intitolato alla sua memoria, con l'obiettivo di premiare uno studente delle scuole superiori particolarmente meritevole in procinto di iscriversi ai Corsi di Studio triennali o quinquennali a ciclo unico istituiti presso il Campus di Rimini dell'Università di Bologna. Tutte le informazioni relative sono disponibili su www.unirimini.it

Anche per l'anno accademico 2016-2017 il premio di laurea ammonterà a 3mila Euro annui, al lordo delle ritenute di legge, per la parziale copertura degli oneri di iscrizione, frequenza e acquisto libri e manuali di studio, per l'intero triennio di studio.