18 dicembre 2014

Una università per il territorio, una città per Luciano Chicchi

Ventiquattro mesi dopo la sua scomparsa, in un'Aula Magna rinnovata e gremita, lo scorso 22 novembre 2014 la cittadinanza, gli studenti, i rappresentanti di Istituzioni locali e di associazioni economiche e i vertici dell'Alma Mater con il Magnifico Rettore Ivano Dionigi, hanno voluto rendere omaggio alla memoria di Luciano Chicchi, già Presidente di Uni.Rimini S.p.A., per una vita spesa - come è stato ricordato spesso durante la mattinata - per il bene comune e per lo sviluppo del Campus di Rimini. L'occasione è stata proficua per riflettere sul tema "Una Università per il Territorio", uno dei temi centrali nel lavoro del dott. Chicchi, per anni impegnato nel tessere relazioni e creare sinergie finalizzate alla crescita del “Sistema Rimini”, una realtà dove l'università potesse giocare un ruolo decisivo. La giornata è stata promossa da Uni.Rimini S.p.A. in collaborazione con Campus di Rimini dell’Università di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e Diocesi di Rimini.

Sono intervenuti: Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini Clemente Di Nuzzo, Vice Prefetto di Rimini; Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini Massimo Pasquinelli, Presidente Fondazione Carim; S.p.A.; Antonello Eugenio Scorcu, Coordinatore Consiglio di Campus di Rimini;Giorgio Cantelli Forti, già Presidente del Polo Scientifico Didattico di Rimini; Giovanni Matteucci, Direttore Dipartimento Scienze per la Qualità della Vita; Barbara Bonfiglioli, vice presidente Uni.Rimini S.p.A. Ha concluso i lavori il Prof. Ivano Dionigi, Magnifico Rettore dell'Alma Mater Università di Bologna.

Besjiana Xibraku
Al termine della mattinata sono stati consegnati due premi: a Besjiana Xibraku la Borsa di Studio Luciano Chicchi, al dott. Leandro Palanghi il Premio per Tesi di Laurea intitolato a Tiziano Campolmi.

“Luciano Chicchi nella sua vita ha condensato numerose caratteristiche positive per lasciare traccia di sè e delle sue azioni nel tempo. – ha sottolineato Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. – e l’Università è stato uno dei suoi interessi più importanti. I destinatari del suo e del nostro impegno sono gli studenti: dobbiamo crescere per loro perchè possano imparare a conoscere da vicino il mondo del lavoro e formarsi idee chiare sul loro possibile futuro. In questa fase abbiamo bisogno di riempire di qualità le nostre sedi e di rinforzare il dialogo tra università, istituzioni e imprese”.

Leandro Palanghi
“L'università è un corpo vitale della nostra città – ha ricordato il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi – un elemento decisivo perché capace di interpretare i processi in atto”; una ‘’realtà bella e significativa proiettata alla costruzione del bene comune” – ha detto il vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi, in un messaggio letto in aula; Massimo Pasquinelli Presidente Fondazione Carim ha invece ricordato come “siamo debitori a Luciano Chicchi di una visione fortemente incentrata sul valore della società civile, perno essenziale del rapporto tra lo Stato e la Persona e, ancora, tra lo Stato ed il Mercato”.

Ivano Dionigi, Magnifico Rettore Alma Mater
Ivano Dionigi, Magnifico Rettore dell'Alma Mater Università di Bologna ha in primis voluto omaggiare la memoria di Luciano Chicchi e non lui solo: “Voglio ringraziare tutti e in particolare Guido Sarchielli, Giorgio Cantelli Forti, alter ego di Luciano Chicchi, Leonardo Cagnoli, che ho conosciuto da ragazzo, e con il quale mi fa piacere collaborare oggi. Il Campus di Rimini ha tanti segni "più" ed è giusto rilevarlo ma non bastano le istituzioni: ci vuole la città, il coinvolgimento della cittadinanza. La città deve celebrare un matrimonio di amore e di interesse con l'università. In molti hanno parlato di 'autonomia' questa mattina: ad essa occorre applicare il criterio della funzionalità. Rimini deve rendersi conto del valore che rappresenta l'università. Lo studio, la ricerca producono cultura, conoscenza che anticipa il futuro. Occorre giocare al rialzo, orgogliosi di avere l'università a Rimini”.

Nessun commento: