06 ottobre 2014

Salute e benessere: la scuola media riminese al centro della seconda edizione del progetto universitario

Dopo il successo della prima edizione 2013-2014 si ripete anche nell'anno scolastico 2014-2015 il progetto Scuola, Salute e Benessere promosso da Campus di Rimini dell’Università di Bologna - Dipartimento in Scienze per la Qualità della Vita (QuVi), Comune di Rimini, AUSL di Rimini e Uni.Rimini S.p.A. 

Una delle scuole coinvolte nel progetto 2013-2014
L'iniziativa ha come obiettivo la promozione presso le scuole e le famiglie di corretti stili di vita alimentari e dell’importanza di una costante pratica sportiva, in quanto veicoli di salute e benessere. Essa coinvolge ragazzi, insegnanti, docenti universitari nella lotta all'obesità fin dall'adolescenza, con il proposito di combattere sedentarietà, eccessi nutrizionali e stili di vita scorretti attraverso una campagna educativa sul territorio. Un messaggio destinato ai ragazzi delle medie inferiori perché è proprio a questa età che essi possono sviluppare una maggior consapevolezza in campo alimentare e definiscono le scelte rispetto alla pratica sportiva. 

Nella prima edizione sono stati coinvolti un numero selezionato di classi degli Istituti Comprensivi Centro Storico, XX Settembre, Marvelli, Alighieri, Miramare. In questo anno scolastico 2014-2015 il progetto si articola in tre step: il primo informativo, il secondo di attività fisica e il terzo di ricerca vera e propria, attraverso la distribuzione e la compilazione di questionari da parte degli studenti. Gli interventi a livello delle scuole saranno effettuati da ricercatori del Dipartimento QuVi, Marco Malaguti e Andrea Ceciliani.

Leonardo Cagnoli, Presidente
Uni.Rimini S.p.A.
"Questo progetto, realizzato con il Comune di Rimini e il QuVi grazie ad una sinergia fra istituzioni che noi riteniamo decisiva e imprescindibile - sottolinea Leonardo Cagnoli, Presidente Uni.Rimini S.p.A. - ci consente di avvicinare ragazzi di 12-13 anni: in questo modo l’università può allargare la sua sfera di influenza anche alle generazioni dei giovanissimi".

Lo scorso 2 ottobre, all'interno delle iniziative dedicate al 'Mese delle famiglie', il progetto è stato presentato pubblicamente presso il Palazzo del Podestà dai docenti coinvolti, alla presenza di Gloria Lisi, Vice Sindaco con delega alle Politiche della Famiglia e Lorenzo Succi, Direttore Uni.Rimini S.p.A..

“Il Progetto ‘Scuola, Salute e Benessere’ rappresenta a pieno titolo l'impostazione alla base della delega, fortemente voluta da questa Amministrazione, alla ‘Città dei bambini’” – sottolinea Gloria Lisi, Vice Sindaco del Comune di Rimini e Assessore alle Politiche per la Famiglia. “Ripensare la città, progettarla e riqualificarla a misura di bambino perché diventi sempre più una città sostenibile, equilibrata, solidale, integrata, libera nelle idee e nelle pratiche, più ecologica nel muoversi e più bella nell'impatto estetico e funzionale. 

Gloria Lisi, Vice Sindaco Comune di Rimini
Una città più leggera, più semplice, nella quale tutti contino di più, a ogni età, a cominciare dai cittadini più piccoli. Una città nella quale la scuola non è più e solo un cubo, un edificio dentro al quale i grandi spiegano ai più piccoli nozioni e materie, ma un centro pulsante di vita sociale, culturale, civica e pedagogica. In questo ambito il progetto ‘Salute e benessere’, nato e sviluppato grazie ad una virtuosa relazione e alla comunità di intenti tra Comune di Rimini, Campus di Rimini e Uni.Rimini S.p.A., si pone come sperimentazione di alto livello di un nuovo approccio allo stare a scuola. Promuovere la massima attenzione di scuole e famiglie sui temi del Benessere, dell’Attività Motoria e dell’Alimentazione, combattere l’eccesso nel consumo di alimenti e gli stili di vita scorretti attraverso una Campagna Educativa sul territorio. Questi gli ambiziosi risultati di una sperimentazione avviata l'anno scorso attraverso i 200 questionari distribuiti e le tante scuole coinvolte. La restituzione degli esiti nel prossimo convegno ospitato nella prestigiosa cornice del "Mese delle famiglie" del Comune di Rimini vuole essere sia la fine del primo passo che, ci auguriamo, l'inizio dei tanti altri da fare ancora insieme”.

Nessun commento: