25 giugno 2013

Oltre 200 i partecipanti al XIV Congresso Nazionale di Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali. Parte da Rimini l'idea per la costituzione di un gruppo di lavoro nazionale sulla sostenibilità ambientale

Inaugurazione del Congresso con
il Consigliere di Amministrazione
UNIBO, Loris Giorgini
Più di 200 persone tra congressisti, ospiti ad invito, operatori ambientali, studenti e patrocinatori hanno preso parte al XIV Congresso Nazionale di Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali che si è tenuto a Rimini dal 2 al 5 giugno 2013: un evento di primo piano, patrocinato da Uni.Rimini S.p.A., che ha riunito presso il Campus di Rimini i più importanti 'nomi' del panorama italiano della chimica. Il tema del Congresso - "La Chimica nella Società Sostenibile" - ha visto panel dedicati alle Tecnologie ambientali, alle Biorafinery per tracciare il recupero dei Riprodotti attraverso il trattamento delle Biomasse, fino alla Sostenibilità Ambientale dello stesso Campus di Rimini. Fra i momenti clou del Congresso, la conferenza di Vincenzo Balzani sulla "Chimica per l'energia sostenibile", con il prof. Balzani, emerito dell'Alma Mater, capace di tracciare un percorso scientifico, tecnico, culturale e sociale sull'energia a minore impatto ed inesauribile.

Interessanti anche i momenti del 'Caffè Scienza' in Piazza Cavour, sul tema "Nuovi sviluppi della Chimica dell'Ambiente e dei beni Culturali: Ricerca, applicazioni, profili professionali": un'occasione nella quale sono state toccate problematiche ambientali sul tema del Campus Sostenibile, con un approccio inedito di sostenibilità da attivare fra ricerca industriale, aziende del territorio e il Tecnopolo. Sono intervenuti per 'Caffè Scienza', fra gli altri, l'Assessore Comunale Sara Visintin e Gabriele Frisoni di CNA, sui temi ambientali territoriali e le nuove professionalità. Luciano Morselli, Chairman del congresso, ha accennato piu' volte alle linee guida di una Città Turistica e Sostenibile utilizzando gli strumenti tecnici a valenza chimica di cui si dotano Gli Stati generali della Green Economy.

Luciano Morselli
"Questo Congresso è stato una tappa significativa dei risultati raggiunti in 15 anni dalla Facoltà di Chimica Industriale di Rimini: Ecomondo, i Master e le Scuole in Italia; a livello europeo l'Erasmus School, il Tecnopolo e le relazioni internazionali" - sottolinea Luciano Morselli, Chairman del Congresso. "Tutto questo lavoro ha aiutato il Campus di Rimini a vincere molte sfide, realizzare suggestioni importanti per gli aspetti culturali e innovativi, ma anche aprire ad altre potenzialità ancora inespresse". 

L'impegno di Chimica sul territorio riminese non si ferma qui: in programma per il prossimo futuro un Workshop tra Ispra, l'Organo tecnico del Ministero dell'Ambiente e gli esperti di Chimica dell'Ambiente sul tema del 'disagio olfattivo'; è inoltre stato avviato un gruppo di lavoro sulla sostenibilità ambientale, con l'obiettivo di dare vita ad una rete nazionale che stimoli le amministrazioni e le imprese, oltre che l'università stessa, a mettere in campo iniziative di promozione, appunto, della sostenibilità ambientale, non solo a livello culturale ma anche operativo; mentre dal 6 al 9 novembre 2013, come di consueto, si terrà una nuova edizione di Ecomondo, di cui il prof. Morselli è da quest'anno, dopo 16 anni, Past President del Comitato scientifico.

A completamento del Congresso, il Comune di Rimini nella figura dell'Assessore alla Cultura Massimo Pulini, ha ospitato presso la Sala dell'Immagine di Palazzo Gambunga una personale di Luciano Morselli: una mostra di arte figurativa con soggetti legati all'ambiente dal titolo "La conquista del Prato", inaugurata durante il Welcome Party con circa 120 ospiti.


I professori Balzani, Morselli,  Chairman del congresso, De Bernardinis 
di ISPRA del Min. Ambiente,  e Passarini, Presidente nazionale 
dei chimici dell'Ambiente e dei Beni Culturali

Nessun commento: